Numeri pari e numeri dispari, spiegazione semplice

Tempo fa abbiamo imparato che lo zero viene considerato come numero pari (trovi la spiegazione cliccando sulle parole in blu). Oggi, invece, facciamo un passo indietro e cerchiamo di capire la differenza tra numeri pari e numeri dispari, come riconoscerli.

Una pagina particolarmente utile per chi vuole spiegare l'argomento ai bambini, insegnarlo a scuola (soprattutto alle elementari).

Allora, quando possiamo dire che un numero è pari o dispari?

Iniziamo con una breve definizione.

Pari significa che il numero lo si può dividere a metà in parti uguali. Una volta diviso per due (metà) avremo due numeri identici tra loro e nessun tipo di resto.

Se abbiamo 10 euro e dobbiamo dividerli a metà per darli a due persone diverse, avremmo bisogno di due pezzi da 5 euro. In questo modo non avanza neanche un centesimo.

Se in dispensa ci sono 4 merendine da dare a due fratellini, ne daremo due a testa. Cioè, metà per uno e nessuna merendina avanzerebbe.

Il numero è dispari, invece, se non si può dividere a metà senza avanzare qualcosa.
Ad esempio, 5 merendine da dare a metà a due fratellini diventerebbe un problema, perché, una volta date due merendine a testa ne avanzerebbe una (e a chi la dovremmo dare questa? Bella domanda...).

Si deve pensare al numero come ad un insieme di oggetti (giochi, carte, merende, biglie, caramelle). Il nostro scopo è quello di formare due gruppi uguali, ossia con lo stesso numero di oggetti per parte.
Se ci riusciamo senza avanzarne uno, il numero sarà un "pari". Altrimenti, se ne avanzerà uno, il numero sarà un "dispari".

Quindi, sembra chiaro ormai che un numero è pari se è divisibile per due (senza resto, senza avanzo), mentre è dispari se, una volta diviso a metà (per due) avanza qualcosa.

La parola "pari" ci ricorda anche il risultato di una partita.
Quando due squadre di calcio finiscono l'incontro sul punteggio di 2-2, si dice che è finita pari, è un pareggio. Infatti hanno distribuito i gol in parti uguali, due a testa, senza avanzarne uno.

Altri esempi, esercizi
  • 8 è pari perché 8:2 = 4 (resto = 0)
  • 7 è dispari perché 7:2 = 3 (resto = 1)
  • 12 è pari perché 12:2 = 6 (resto = 0)
  • 15 è dispari perché 15:2 = 7 (resto =1)
Se il resto è = 0 il numero sarà pari
Se il resto è = 1 il numero sarà dispari

Ma c'è un trucchetto per capire subito quando un numero è pari o dispari, senza dover calcolare la divisione per due. Eccolo qui


Come riconoscere velocemente i numeri pari e dispari

Se voi iniziate a fare tutte le divisioni per 2, iniziando dallo zero fino al numero che riuscite, anche 100, noterete subito un particolare.

Tutti i numeri pari terminano per 0, 2, 4, 6, 8
Tutti i numeri dispari terminano per 1, 3, 5, 7, 9



Facile, no? Volete provare? Basta guardare l'ultimo numero a destra:
  • 99? Dispari (perché 9 è dispari)
  • 142? Pari (perché 2 è pari)
  • 51? Dispari (perché 1 è dispari)
  • 67? Dispari (prova a dirlo tu il perché)
  • 20? Pari
  • 2015? Dispari
  • 345.672? Pari
Ora, sì, che è molto più facile capire al volo la differenze tra numeri pari e numeri dispari!