Storia. La Francia dal medioevo alla monarchia assoluta

Terminiamo questo primo ciclo storico che riguarda la Francia del Medioevo. Dopo aver trattato il periodo dei Capetingi e riassunto la famosa "Guerra dei cento anni" contro l'Inghilterra (per approfondire questi due capitoli, segui i collegamenti a fine pagina), siamo pronti per affrontare una nuova epoca, caratterizzata da grandi e famosi re.

Grazie alle vittorie nella lunga guerra contro gli inglesi, in Francia si è rafforzata l'idea di fondare una monarchia assoluta.

Carlo VII (Parigi 22 febbraio 1403 - Mehun-sur-Yèvre 22 luglio 1461, morì a 58 anni) riuscì a limitare i poteri dei nobili e a fondare il nuovo regime politico, con il quale tutte le decisioni spettavano al re.

Il suo successore (e figlio), Luigi XI (Bourges 3 luglio 1423 - Plessis-les-Tours 30 agosto 1483, morì a 60 anni), continuò la battaglia interna contro la nobiltà, sempre per limitarne il potere.
Dovette entrare in guerra con Carlo il "Temerario", duca della confinante Borgogna e conte di Fiandra. Carlo voleva essere indipendente dalla Francia e creare un suo regno.
Perciò convinse altri feudatari a ribellarsi (Lega del Pubblico Bene).

Il piano di Carlo sembrava andare bene. Catturò e imprigionò il re Luigi XI, obbligandolo a riconoscere il regno di Borgogna, come stato indipendente.

Tuttavia, il furbo Luigi XI riuscì a liberarsi, assicurando a Carlo il suo territorio, ma, di nascosto, preparò una nuova guerra, trovando un grande alleato: l'Inghilterra. In precedenza, gli inglesi, erano già alleati con la Borgogna, quindi tradirono senza problemi il povero Carlo.

Non solo. Luigi convinse anche gli svizzeri, sottomessi dai borgognesi, a ribellarsi. Questi sconfissero Carlo, che morì durante la battaglia di Nancy (1477).

Così, Luigi XI, forte della sconfitta del nemico, entrò facilmente in Borgogna, sottomettendo il territorio dell'ormai morto duca. Il re di Francia, però, non poté occupare anche le Fiandre (l'attuale Belgio) e i Paesi Bassi (l'Olanda), poiché questi erano passati nelle mani degli d'Asburgo, in seguito al matrimonio tra Maria di Borgogna (la figlia di Carlo il Temerario) e Massimiliano I d'Asburgo (figlio dell'Imperatore tedesco Federico III, sovrano del Sacro Romano Impero).

Quindi, Luigi XI i prende la Borgogna, allargando così i confini della Francia, ma deve rinunciare a Fiandre e Paesi Bassi, per non farsi un nemico come l'imperatore.
Carlo il Temerario, pur perdendo la battaglia e morendo, riuscì a salvare metà del suo regno dando in sposa la sua unica figlia, all'erede di una potente famiglia, gli Asburgo.

Nello stesso periodo morirono anche i duchi d'Angiò, Renato e Carlo V, senza eredi. Interrotta la discendenza, fu facile per Luigi XI prendersi anche i territori degli Angiò (zona nord ovest della Francia, sotto la Normandia e ad est della Bretagna).

Precedenti capitoli
Il prossimo argomento che tratteremo riguarderà il periodo medievale di un altro grande popolo, gli inglesi.