Geografia elementare. L'Europa fisica: mari, fiumi, monti

Proseguendo il nostro percorso lungo le materie scolastiche delle elementari ci soffermiamo oggi sulla geografia. In particolare, impareremo qualcosa sull'Europa, il nostro "Vecchio Continente", dopo aver scritto due righe sul pianeta Terra, la "casa" di tutte le persone, di tutti gli esseri viventi, di tutto il mondo che conosciamo.

La Terra si trova nel Sistema Solare (se vuoi, leggi il nostro approfondimento seguendo il collegamento in blu) ed è uno dei più piccoli pianeti che ruotano intorno al Sole. 

Ha una superficie di 510 milioni di chilometri quadrati, 2/3 dei quali sono occupati dall'acqua (mari e oceani); solo 1/3 è formato da terre emerse. Questi territori sopra il livello del mare vengono suddivisi in continenti: Europa, Asia e Africa (Continente Antico); le due Americhe (Continente Nuovo); Oceania (Continente Nuovissimo, ad esempio l'Australia); Antartide (Continente Antartico).

Le terre emerse dividono il mare in tre grandi oceani: Pacifico (il più grande), Atlantico e Indiano.

Del Continente Antico, l'Europa è la parte più piccola. Il clima temperato ha permesso un notevole sviluppo delle civiltà occidentali. 

Grandi esploratori sono partiti dall'Europa per scoprire nuovi territori. Le nuove terre sono state scoperte proprio europei. Purtroppo, da questo continente, si è anche diffuso il colonialismo, con la schiavitù.

Confini dell'Europa, i mari. Si trova per gran parte del suo lato orientale attaccata all'Asia (i Monti Urali segnano un confine naturale tra i due blocchi geografici). Verso occidente, invece, si trova l'Oceano Atlantico. Verso nord il Mar Glaciale Artico (più il Baltico, il Mar del Nord, Mar di Norvegia) e a sud il Mar Mediterraneo (diviso in Adriatico, Tirreno, Ionio, Egeo, Nero, di Sardegna, Ligure, delle Baleari).

Le coste europee si estendono per 38.000 chilometri. Numerose le penisole, tra le quali le più grandi sono: la Scandinavia, la Danese, l'Iberica, l'Italica e la Balcanica. Tra le isole principali abbiamo: la Gran Bretagna, l'Irlanda, l'Islanda, le Baleari, la Sicilia, la Sardegna, la Corsica, Creta e Malta.

Ampi golfi si trovano nel continente. I maggiori sono quelli di Botnia e di Finlandia (Mar Baltico), di Biscaglia (nell'Oceano Atlantico), del Leone, di Genova, di Taranto, di Venezia, di Salonicco (nel Mediterraneo).

Monti e pianure in Europa. La maggior parte del territorio è formato da pianura (2/3 della superficie europea), molto fertile. Tuttavia vi sono anche importanti catene montuose (circa 1/3), come ad esempio le Alpi (con la vetta del Monte Bianco), i Pirenei, il Caucaso, i Carpazi e gli Urali (potete vederli nella mappa qui sotto).

Mappa fisica Europa. Monti, fiumi, mari (ingrandisci pure)

I fiumi più lunghi d'Europa (e i laghi principali). Il più lungo fiume europeo è il Volga (3.532 km), che nasce in Russia e sfocia nel Mar Caspio; poi troviamo il Danubio (2.858 km), che attraversa numerosi stati: Germania (dove nasce), Austria, Slovacchia, Ungheria, Croazia, Serbia, Romania, Bulgaria, Ucraina, Moldavia, per poi sfociare nel Mar Nero; seguono il russo Ural (2.428 km) che termina nel Mar Caspio; il Dnepr (o Nipro) di 2.201 km che attraversa Russia, Bielorussia, Ucraina e poi finisce nel Mar Nero; il Don (1.870 km), russo, che sfocia nel Mar d'Azov (una parte del Mar Nero). Guarda la cartina sopra per vedere dove si trovano.

Per capire le lunghezze di questi fiumi, basta pensare al nostro Po, il più lungo d'Italia, che percorre 652 chilometri prima di buttarsi nel Mar Adriatico.

I laghi europei più estesi si trovano in Russia e sono il Ladoga (che è anche il 15° più grande del mondo) e l'Onega. Seguono il Vänern (in Svezia), Saimaa (Finlandia), Lago dei Ciudi (Estonia, Russia), Vättern (Svezia), Lago Bianco (Russia) e altri bacini sempre nei paesi nordici, tra Russia, Finlandia e Svezia.
Il primo lago più esteso che troviamo più a sud (17° in Europa) è il Balaton (Ungheria), seguito dal Lago di Ginevra (o Lemano).

Clima in Europa. Il clima è abbastanza mite al sud (grazie al Mediterraneo) e meno freddo al nord grazie alla calda Corrente del Golfo proveniente dal Messico, attraverso l'Oceano Atlantico. L'Europa orientale, invece, ha clima continentale con inverni lunghi e rigidi ed estati brevi.

Flora e fauna. L'uomo, nel corso degli anni (migliaia di anni), ha modificato sia la flora (vegetali) che la fauna (animali) in Europa. Ha importato tanti prodotti da altri paesi lontani (ad esempio mais, pomodori, patate, agrumi...), che coltiva nei campi. Ha fatto scomparire molti degli animali selvatici che popolavano il territorio, sostituendoli con l'allevamento di bovini, ovini, suini e altri.

Nessun commento:

Posta un commento