Scienze: cellula e funzioni. I tessuti

Impariamo un po' di scienze, materia trattata anche nella scuola elementare. Partiamo dalla base, da noi, il nostro corpo. Di cosa siamo fatti?

Domanda interessante alla quale cercheremo di rispondere in modo semplice. Entriamo nel campo dell'anatomia, che studia proprio la struttura degli esseri viventi.

La cellula

Tutti gli organismi (l'uomo, gli animali, i vegetali) sono formati da pochi o tanti piccoli "mattoncini" che vengono chiamati cellule. Sono delle particelle minuscole, che non si possono vedere a occhio nudo, ma solo con un microscopio.

Per avere un'idea della loro dimensione basta pensare che il nostro corpo è costituito da migliaia di miliardi di cellule. Ogni parte di noi, interna ed esterna, è formata da questi mattoncini.

Come dicevamo, anche i vegetali (piante, fiori...) sono formati da cellule. Esistono poi organismi formati da una sola cellula, quindi piccolissimi, come ad esempio i batteri.

Attenzione, però: anche le cellule, a loro volta, sono formate da qualcos'altro. Costituite da varie parti, ognuna delle quali ha una sua funzione, un suo compito da eseguire.

L'interno della cellula

Cerchiamo di capire adesso come è fatta una cellula, pensando però che non tutte hanno la stessa forma (quella animale è diversa da quella vegetale).

La cellula è ricoperta da una sottilissima "pelle" che viene chiamata membrana cellulare, così sottile che il suo spessore è misurato in micron, cioè un millesimo di millimetro (per vederla serve un microscopio davvero potente!).

All'interno della cellula, avvolto dalla membrana, abbiamo il citoplasma, una sostanza molle. Protetto dal citoplasma troviamo infine un puntino tondo, detto nucleo.

Per capire meglio la struttura di una cellula, pensiamo ad un comune uovo di gallina. Il guscio è la membrana cellulare, l'albume è il citoplasma e il tuorlo è il nucleo.

L'interno della cellula - Schema

Come vedete, è abbastanza semplice come disegno, anche se in realtà nasconde importantissime informazioni, vitali per tutti gli esseri viventi.

Il nucleo, infatti, contiene dei dati, necessari per la vita della cellula e per la sua funzione. Queste informazioni si trovano in 46 piccolissime particelle, che vengono chiamate cromosomi.

Avrete sicuramente sentito parlare almeno una volta dei cromosomi. Vediamo di spiegarne il significato con una metafora, un esempio di vita quotidiana.

Pensiamo alla cellula come se fosse una casa, quindi i muri sono la membrana, gli interni il citoplasma e una libreria rappresenta il nucleo. Nella libreria abbiamo 46 libri, dei manuali di istruzione, che servono a gestire e organizzare la casa. Uno ti spiega come aggiustare i mobili, un altro come dipingere le pareti, un altro come nutrirsi, un altro che ti dice come sono fatti i muri, i pavimenti, il soffitto, i balconi e così via, fino a trovarne uno che ti spiega anche come costruire un'altra casa.

Ecco, i cromosomi contengono le istruzioni per la riproduzione della cellula e le caratteristiche del nostro corpo (dal fisico al comportamento, dal colore degli occhi al battito del cuore, insomma... proprio tutto).

Tuttavia, non siamo tutti uguali. Anzi, siamo straordinariamente diversi. Perché?

Perché, anche se abbiamo lo stesso numero di cromosomi, le informazioni al loro interno sono diverse da persona a persona. Chi ha i capelli biondi è perché in uno dei cromosomi delle sue cellule è presente quella caratteristica; chi invece li ha scuri avrà questa informazione in uno dei suoi cromosomi. Lo stesso vale per l'altezza, il colore della pelle, gli occhi, la forma del naso eccetera.

Non tutte le cellule del corpo umano si comportano allo stesso modo. 

  • Ad esempio, e questa è una notizia davvero interessante, le cellule del cervello hanno una vita molto lunga ed è per questo che non si riproducono. Rimangono le stesse dalla nascita.
  • Altre si riproducono solo se una cellula sorella viene distrutta o muore: pensiamo alle cellule del fegato o delle ossa.
  • Altre ancora, si riproducono in continuazione per tutta la nostra vita, sostituendo quelle vecchie: sono le cellule della pelle e alcune del sangue.

Funzione della cellula

La cellula, come tutto ciò che si muove e compie azioni, deve nutrirsi per funzionare. Il suo "cibo" arriva dall'esterno grazie al sangue, attraverso la membrana. Qui entra in gioco il citoplasma che immagazzina il cibo e lo "brucia" (lo consuma) per produrre energia. Non tutto il nutrimento viene trasformato in energia, una parte servirà per produrre altre sostanze utili per l'organismo e per sostituire parti vecchie della cellula.

Cellule e tessuti

Infine eccoci arrivati all'ultimo argomento del capitolo. 

Le cellule non agiscono da sole, non sono staccate tra di loro. Esse vivono l'una attaccata all'altra. Tutte insieme, quindi miliardi di cellule, costituiscono le varie parti del nostro corpo. La loro funzione cambia in base alla loro posizione nell'organismo (una cellula del cuore sarà diversa dalla cellula delle ossa, ad esempio). Le cellule dello stesso tipo formano i vari tessuti:

  • tessuti epiteliali, formati da cellule della pelle
  • tessuti ossei e cartilaginei, da cellule delle ossa e delle strutture meno dure, come la punta del naso o l'orecchio
  • tessuti nervosi, da cellule del cervello
  • tessuti muscolari, da cellule dei muscoli.
Allora, cosa ne dite? Interessante, vero? Nel prossimo capitolo parleremo dello scheletro e dei muscoli.

Nessun commento:

Posta un commento