Scienze elementari: il sistema nervoso

Proseguiamo il nostro percorso delle scienze studiate nella scuola elementare.

Dopo scheletro e muscolatura (capitoli dei quali potete trovare il collegamento a fine pagina), è giunto il momento di scoprire uno sistemi più affascinanti del corpo umano, quello nervoso.

Partiamo dall'alto, dalla testa, dove tutto si decide.


Che cos'è il cervello?

Si tratta della "Centrale di comando" da dove partono tutti gli ordini per il movimento dei muscoli, che ci permette di spostarci da un posto all'altro, aprire e chiudere gli occhi, la bocca, alzare e abbassare le braccia, piegarle, alzare pesi ecc... . Tutto questo, e altro, grazie al cervello.

Dove si trova? Nella testa, dove viene protetto dalla scatola cranica, costituita da ossa.

Il cervello è composta da due parti uguali, che vengono chiamate emisferi, cioè "mezze sfere", e che sono divise da una canalatura detta scissura (divisione). 

La sua forma è molto particolare, ricorda un po' mezza noce (potremmo pensare al guscio come al teschio, la scatola cranica). Presenta una superficie ondulata, formata da circonvoluzioni. Più increspature ci sono e maggiore sarà la superficie. Più superficie vuol dire maggiori capacità del cervello.

Il cervello è fatto da tessuto cerebrale, che a sua volta è costituito da cellule nervose grigie, l'insieme delle quali formano la sostanza grigia. Qui vi troviamo i famosi neuroni.

Tutta la zona superficiale, dove troviamo le circonvoluzioni, viene chiamata corteccia. Al di sotto della corteccia, quindi verso la parte centrale del cervello, abbiamo la sostanza bianca. Essa è costituita da fibre nervose, che collegano le cellula neuronali.

Facciamo un esempio. Pensiamo ad una centrale di controllo, con tanti computer accesi e funzionanti. Tutti i computer fanno parte della "materia grigia", mentre i cavi, i fili che li collegano fanno parte della "materia bianca". Come tanti motori collegati uno all'altro, in modo da avere una potenza maggiore.

Nella parte posteriore del cervello, verso il basso, troviamo un prolungamento di esso che viene definito midollo spinale. Come abbiamo letto nei capitoli precedenti, il midollo spinale si trova all'interno della colonna vertebrale. Dal midollo spinale, tra una vertebra e l'altra, partono dei sottili fili, i nervi, che si diffondo per tutto il corpo.

Il sistema nervoso

I nervi sono come dei cavi elettrici, ricoperti da una guaina che li protegge. Come scritto prima, si diffondono in tutto l'organismo, fino alla superficie della pelle, agli occhi, alle orecchie, al naso, alla bocca, alle mani, ai piedi, ecc... .

Grazie ad essi possiamo provare diverse sensazioni, come il freddo, il caldo, il dolore, il solletico, ma anche sentire il rumore, vedere la luce, sentire odori. Tutti questi impulsi vengono trasmessi, attraverso i nervi, al cervello.

Il cervello, appena riceve il risultato della sensazione, agirà di conseguenza, dando un ordine alla parte del corpo interessata. Ad esempio: con la mano tocchiamo un oggetto molto caldo, la sensazione di calore viene trasmessa da nervi al cervello, il quale ordinerà alla mano di staccarsi dall'oggetto, per non bruciarsi.

L'insieme dei nervi costituisce il sistema nervoso. Pensate ad una rete di strade, con incroci e deviazioni. Su queste strade viaggiano camion con un carico che devono portare da una parte all'altra. I nervi sono come le strade e trasportano "informazioni" dal cervello al resto del corpo o dal resto del corpo al cervello.

Capite che il cervello è molto importante per sopravvivere.

Il sistema nervoso

Funzioni del cervello: fare scelte, dare ordini, ricordare

Il cervello ci permette di ricordare, decidere, agire.

Un giorno leggiamo un libro che spiega come fare un castello di sabbia. Passano dei mesi e ci troviamo in vacanza, in spiaggia con un secchiello. Ecco allora che il nostro cervello inizia a ricordare quel libro (grazie alla memoria, una specie di magazzino che custodisce i ricordi), scegliendo le pagine che contengono tutte le istruzioni per costruire le torri, le mura... quindi, sempre il cervello, fornisce gli ordini per realizzare il nostro bel castello.

Alcuni muscoli vengono detti involontari perché si attivano senza il nostro volere. Pensiamo, ad esempio, al cuore che batte, al respiro, alle palpebre che si chiudono e si aprono continuamente, senza quasi che ce ne accorgiamo. Questo è possibile poiché gli ordini partono da una parte più profonda del cervello, che fa parte, insieme ai nervi collegati, del sistema vegetativo.

Altro esempio: sentendo un forte rumore all'improvviso, comunicato dai nervi dell'orecchio, il cervello, tramite il sistema vegetativo, ordina al cuore di battere più velocemente: ecco il batticuore, magari in un momento di paura o ansia.

Il cervello negli animali

Se dovessimo fare un confronto, il cervello degli animali, in proporzione al peso, è più piccolo di quello dell'uomo. Ha quindi meno circonvoluzioni, meno massa grigia. All'interno del mondo animale, i mammiferi hanno più circonvoluzioni dei rettili, dei pesci e degli uccelli.

Altri argomenti

Potrebbe interessare anche: Lo scheletro umano, caratteristiche.

Testi per alunni della scuola elementare.

Nessun commento:

Posta un commento